Per iniziare

Integrare l'SDK Google Mobile Ads in un'app è il primo passo per pubblicare annunci e generare entrate. Dopo aver integrato l'SDK, puoi scegliere un formato dell'annuncio (ad es. video nativo o con premio) e seguire la procedura di implementazione.

Prima di iniziare

Per preparare l'app, completa i passaggi riportati nelle sezioni seguenti.

Prerequisiti dell'app

  • Android Studio 3.2 o versioni successive
  • Assicurati che il file di build dell'app utilizzi i seguenti valori:

    • minSdkVersion di 19 o superiore
    • compileSdkVersion di 28 o superiore

Configurare l'app nell'account AdMob

Registra la tua app come AdMob completando i seguenti passaggi:

  1. Accedi o registrati a un account AdMob.

  2. Registra la tua app con AdMob. Questo passaggio crea un'app AdMob con un ID app AdMob univoco che occorre in seguito in questa guida.

Configura la tua app

  1. Nel file build.gradle a livello di progetto, includi il repository Maven di Google e il repository centrale Maven nelle sezioni buildscript e allprojects:

    buildscript {
        repositories {
            google()
            mavenCentral()
        }
    }
    
    allprojects {
        repositories {
            google()
            mavenCentral()
        }
    }
    
  2. Aggiungi le dipendenze per l'SDK Google Mobile Ads al file Gradle a livello di app del modulo, che in genere è app/build.gradle:

    dependencies {
      implementation 'com.google.android.gms:play-services-ads:21.0.0'
    }
    
  3. Aggiungi il tuo AdMob ID app (identificato nell' AdMob UI) al file AndroidManifest.xml dell'app. A questo scopo, aggiungi un tag <meta-data> con android:name="com.google.android.gms.ads.APPLICATION_ID". Puoi trovare il tuo ID app nell' AdMob interfaccia utente. Per l'elemento android:value, inserisci il tuo ID app AdMob , racchiuso tra virgolette.

    <manifest>
        <application>
            <!-- Sample AdMob app ID: ca-app-pub-3940256099942544~3347511713 -->
            <meta-data
                android:name="com.google.android.gms.ads.APPLICATION_ID"
                android:value="ca-app-pub-xxxxxxxxxxxxxxxx~yyyyyyyyyy"/>
        </application>
    </manifest>
    

    In un'app reale, utilizza il tuo ID AdMob app effettivo, non quello elencato sopra. Se stai cercando di fare esperimenti con l'SDK in un'app Hello World, puoi utilizzare l'ID app di esempio mostrato sopra.

    Tieni inoltre presente che il mancato aggiunta del tag <meta-data> come mostrato sopra comporta un arresto anomalo con il messaggio:

    The Google Mobile Ads SDK was initialized incorrectly.
    

    (Facoltativo) Dichiara l'autorizzazione AD_ID per far funzionare le versioni precedenti con Android 13.

    Se la tua app utilizza la versione 20.4.0 o successive di Google Mobile Ads, puoi saltare questo passaggio perché l'SDK dichiara automaticamente l'autorizzazionecom.google.android.gms.permission.AD_ID e può accedere all'ID pubblicità ogni volta che è disponibile.

    Per le app che utilizzano la versione 20.3.0 o inferiore dell'SDK Google Mobile Ads e devono avere come target Android 13, devi aggiungere l'autorizzazione com.google.android.gms.permission.AD_ID nel file AndroidManifest.xml affinché l'SDK Google Mobile Ads acceda all'ID pubblicità:

    <manifest>
        <application>
            <meta-data
                android:name="com.google.android.gms.ads.APPLICATION_ID"
                android:value="ca-app-pub-xxxxxxxxxxxxxxxx~yyyyyyyyyy"/>
    
            <-- For apps targeting Android 13 or higher & GMA SDK version 20.3.0 or lower -->
            <uses-permission android:name="com.google.android.gms.permission.AD_ID"/>
    
        </application>
    </manifest>
    

    Per scoprire di più sulla dichiarazione di autorizzazione com.google.android.gms.permission.AD_ID, incluse le modalità per disattivarla, consulta questo articolo di Play Console.

Inizializzare l'SDK Google Mobile Ads

Prima di caricare gli annunci, chiedi all'app di inizializzare l'SDK Google Mobile Ads chiamando MobileAds.initialize() che inizializza l'SDK e richiama un listener di completamento al termine dell'inizializzazione (o dopo un timeout di 30 secondi). Questa operazione deve essere eseguita una sola volta, idealmente al momento del lancio dell'app.

Per gli annunci, l'SDK può essere precaricato dall'SDK Google Mobile Ads o dagli SDK partner di mediazione durante la chiamata a MobileAds.initialize(). Se devi ottenere il consenso degli utenti nello Spazio economico europeo (SEE), imposta eventuali flag specifici per la richiesta (come tagForChildDirectedTreatment o tag_for_under_age_of_consent) oppure intervieni prima di caricare gli annunci, assicurati di farlo prima di inizializzare l'SDK Google Mobile Ads.

Ecco un esempio di come chiamare il metodo initialize() in un'attività:

Esempio di MainActivity (estrazione)

Java

import com.google.android.gms.ads.MobileAds;
import com.google.android.gms.ads.initialization.InitializationStatus;
import com.google.android.gms.ads.initialization.OnInitializationCompleteListener;

public class MainActivity extends AppCompatActivity {
    protected void onCreate(Bundle savedInstanceState) {
        super.onCreate(savedInstanceState);
        setContentView(R.layout.activity_main);

        MobileAds.initialize(this, new OnInitializationCompleteListener() {
            @Override
            public void onInitializationComplete(InitializationStatus initializationStatus) {
            }
        });
    }
}

Kotlin

import com.google.android.gms.ads.MobileAds

class MainActivity : AppCompatActivity() {
    override fun onCreate(savedInstanceState: Bundle?) {
        super.onCreate(savedInstanceState)
        setContentView(R.layout.activity_main)

        MobileAds.initialize(this) {}
    }
}

Se utilizzi la mediazione, attendi fino a quando non viene chiamato il gestore di completamento prima di caricare gli annunci, in modo da assicurare che tutti gli adattatori di mediazione siano inizializzati.

Seleziona un formato dell'annuncio

L'SDK Google Mobile Ads è stato importato e ora puoi implementare un annuncio. AdMob Offre una varietà di formati dell'annuncio, quindi puoi scegliere quello più adatto alla tua app.

Annunci rettangolari visualizzati nella parte superiore o inferiore dello schermo del dispositivo. Gli annunci banner rimangono sullo schermo mentre gli utenti interagiscono con l'app e possono aggiornarsi automaticamente dopo un certo periodo di tempo. Se non hai mai utilizzato la pubblicità per il mobile, sei un buon punto di partenza.

Implementare gli annunci banner

Interstitial

Annunci a schermo intero che coprono l'interfaccia di un'app fino alla chiusura dell'utente. Sono ideali per le pause naturali nel flusso dell'esecuzione di un'app, ad esempio tra un livello e l'altro di un gioco o subito dopo il completamento di un'attività.

Implementare gli annunci interstitial

Nativo

Annunci personalizzabili che si adattano all'aspetto della tua app. Decidi come e dove vengono posizionati, in modo che il layout sia più coerente con il design dell'app.

Implementare gli annunci nativi

Con premio

Annunci che premiano gli utenti per la visione di brevi video e l'interazione con annunci demo e sondaggi. Utilizzato per monetizzare le app senza costi.

Implementare gli annunci con premio

Risorse aggiuntive

Il repository Google Mobile Ads di GitHub dimostra come utilizzare i diversi formati degli annunci offerti da questa API.